L'igiene orale nei bambini

COME LAVARE I DENTI DEI BAMBINI

PLACCA, TARTARO E PULIZIE DENTALI

L'igiene orale nei bambini
COME LAVARE I DENTI DEI BAMBINI

COSA DOVRESTI SAPERE

Facciamo subito chiarezza:

anche nella bocca dei bambini si forma il tartaro, non si tratta di tartaro dovuto alla saliva, come succede negli adulti, ma è causato in particolare dalla mancanza di pulizia.

Il traguardo da raggiungere con l’igiene orale nei bambini è quello di ostacolare il processo innescato dai batteri e dai residui di cibo:

  • I batteri uniti ai residui del cibo vengono nutriti dall’umidità e dalla temperatura, normalmente presenti nella bocca, e producono delle sostanze acide che decalcificano e corrodono i denti, formando la carie e anche alcune tossine che portano all’infiammazione gengivale. 

La placca e il tartaro: queste sono due parole che si sentono usare spesso quando si parla dei denti e questi sono esattamente i “nemici” da combattere. 

Alcuni di voi potrebbero sapere esattamente cosa significano queste due parole e quali sono le conseguenze, ma per coloro che non lo conoscono, diciamo che il modo migliore per iniziare a fare prevenzione è assicurarsi di sapere di cosa si tratta e quali sono gli effetti.

PLACCA BATTERICA

Placca batterica
Placca batterica

Cominciamo con il definire empiricamente la placca: 

  • É una pellicola molto sottile e appiccicosa che si raccoglie sulla superficie dei denti. 
    Probabilmente la sentirai di più quando ti svegli la mattina e, se dimentichi di lavarti i denti anche solo per un giorno, potrai sentire in maniera più amplificata la presenza di questa pellicola appiccicosa depositata sui tuoi denti. 

Bene, questa è la placca.

La placca batterica è di fatto una sostanza biancastra ricca di microrganismi e residui di alimenti.
In questo specie di tessuto vivente, ci sono dei batteri molto attivi che interagendo con i residui del cibo li modificano in acidi capaci di sciogliere il calcio dei denti.

La buona notizia è che la placca è facile da sconfiggere, una bella e accurata spazzolatura ti può aiutare ad eliminarla.

Ma, solo perché è facile da eliminare, non significa che non debba essere considerato un passaggio necessario, anzi cruciale nella tua igiene orale. 

TARTARO

Tartaro
Tartaro

Per quanto riguarda il tartaro, questo è ciò che viene creato dalla placca quando si indurisce. 
Una cattiva igiene orale può portare a un accumulo più rapido di tartaro. 
La placca batterica si crea nell’arco di 24 ore e, se non combattuta, si calcifica trasformandosi in tartaro.
Ma questo non è l’unico fattore, alcune persone sono più predisposte all’accumulo di tartaro e questo potrebbe essere correlato ai minerali nella loro saliva, all’acidità nella loro bocca o persino all’età! 

QUINDI SE NELLA BOCCA NON SI LASCIA PLACCA NON PUÒ FORMARSI IL TARTARO. 

Il problema con il tartaro è che non è facile da rimuovere come la placca. 
Il tartaro come detto è una placca calcificata, indurita e può essere rimossa solo da un professionista. 
Essere regolari con le pulizie dentali di routine ogni 6 mesi può aiutarti a ridurre la quantità di tartaro.
Sottovalutare l’igiene o saltare gli appuntamenti dentali può portare a un prolungato accumulo di tartaro. 
Ciò può causare la rottura dello smalto dei denti, la riduzione delle gengive e può portare a gengivite e infine a malattie gengivali o perdita ossea.

LINEE GUIDA: QUANDO E COME CURARE I DENTI DEI BAMBINI

È giusto iniziare la pulizia dentale già dalla comparsa del primo dentino. 
Farli iniziare da piccoli, farli crescere con le giuste attenzioni e motivazioni è un concetto che si applica sicuramente anche all’igiene orale.
Le prime volte non è necessario fargli usare del dentifricio, ma già quando i denti saranno 4 o 5 scegliamo con loro il dentifricio per bambini al gusto che più gli piace e lasciamo che si divertano a lavarsi i denti da soli, lasciamoli fare, ma, alla fine prendiamo in mano noi lo spazzolino e laviamo i loro denti.

Una adeguata pulizia dentale si raggiunge quando si va rimuovere la placca nel modo più adeguato necessariamente 2 volte al giorno: al mattino dopo la colazione e la sera dopo la cena, ma, se il bambino ha una tendenza alla carie, anche dopo il pasto di mezzogiorno. 

Per una corretta pulizia dei denti sono necessari strumenti molto semplici, infatti bastano uno spazzolino e del filo interdentale, con lo spazzolino si puliscono i denti e grazie al filo si possono pulire quelle zone tra dente e dente dove il primo non arriva.

PARLIAMO DI PULIRE I DENTI E NON DI LAVARE, PERCHÉ È FONDAMENTALE L’AZIONE MECCANICA DEGLI STRUMENTI. 

CONCETTI DI BASE PER LA PULIZIA

  • Il dentifricio non serve per “pulire” ma per profumare l’alito, eventualmente può proteggere i denti grazie al fluoro aggiunto, quindi ne basta una piccola porzione, tipo una lenticchia.
  • I denti vanno puliti dai residui di cibo e dalla placca batterica sulle superfici visibili ma anche e soprattutto negli spazi interdentali, che sono le zone che si cariano di più. 
  • La pulizia va fatta ogni giorno, in particolare la sera prima di dormire. 
  • La pulizia è fatta dalle setole dello spazzolino grazie allo strofinamento e dal filo interdentale, che con il passaggio negli interstizi tra i denti ne gratta via i residui.

TRUCCHI PER FAR SPAZZOLARE IL TUO BAMBINO COME UN NINJA

Far spazzolare i tuoi figli ogni giorno può essere una lotta, specialmente quando sono piccoli.
Ma non è necessario diventare un orco per far rispettare le regole. 

Ecco alcuni trucchi per rendere la spazzolatura divertente per i bambini.

INSEGNA CON L’ESEMPIO

Una delle cose più importanti che puoi fare è insegnare dando l’esempio.
I bambini imparano molto per imitazione dai grandi, quindi mostra loro come spazzolare.
Fai conoscere le più importanti regole e tecniche, come si usa il filo interdentale, il verso della spazzolatura, il massaggio circolare e delicato da fare sulle gengive.
Se devi decidere quando usare il filo interdentale, meglio usarlo prima dello spazzolino, così si assicura una pulizia completa.

CREA DIVERTIMENTO NEL FARLI SPAZZOLARE

CREA DIVERTIMENTO NEL FARLI SPAZZOLARE
CREA DIVERTIMENTO NEL FARLI SPAZZOLARE

Invece di essere qualcosa che “devono fare per obbligo”, trasforma l’uso dello spazzolino da denti in un momento di gioco.
Puoi riprodurre la loro canzone preferita della durata di 2 minuti e fare in modo che ogni bambino improvvisi il proprio ballo con lo spazzolino da denti.
Potresti anche far vedere un video divertente, magari sul tuo telefono, oppure un personaggio dei cartoni animati che a loro piace.

PREMIALI

Non legare la spazzolatura della sera al momento di andare a letto, insegnagli a farla intorno a 20 minuti dopo il pasto, così in cambio di una corretta pulizia, come premio, puoi lasciare che scelgano il film o il programma TV da guardare.
Oppure, sempre come premio, puoi lasciare che vadano a letto 10 minuti più tardi.
Alla fine della pulizia insegnagli a masticare una gomma senza zucchero al gusto frutta o a quello che più preferiscono, l’uso della gomma da masticare può diventare uno strumento di igiene orale, aiuta ad evitare la carie, pulisce bene le superfici masticanti e stimola la produzione di saliva.

RENDI DIVERTENTI GLI SPAZZOLINI DA DENTI

Uno dei modi migliori per incoraggiare la spazzolatura è usare uno spazzolino divertente.
Lascia che ne scelgano uno con il loro personaggio preferito dei cartoni animati.
E visto che i dentisti raccomandano un nuovo spazzolino ogni 2/3 mesi, è un buon motivo per mantenerlo nuovo e cambiare personaggio.

Il nostro staff sarà felice di aiutarti fornendoti ulteriori informazioni su placca, tartaro o altri argomenti di igiene dentale e a rispondere a qualsiasi domanda tu possa avere. 

Per prendere un appuntamento di controllo per tuo figlio o tua figlia, chiamaci allo 0571 993221, valuteremo insieme il più corretto percorso per tuo figlio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. SE NON SI ACCETTA, POTRESTI NON VISUALIZZARE CORRETTAMENTE IL SITO WEB [cookie-control] maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi