Cosa-provoca-il-mal-di-denti-la-sinusite-2

Cosa provoca il mal di denti: La sinusite

In un post precedente (Cosa provoca il mal di denti) abbiamo individuato varie cause che possono scatenare il mal di denti.

Scopriamo insieme cosa provoca il mal di denti: la sinusite. https://it.wikipedia.org/wiki/Sinusite

Cosa-provoca-il-mal-di-denti-la-sinusite-2
Cosa provoca il mal di denti la sinusite

Definizione: 

La sinusite è un’infiammazione, acuta o cronica, delle mucose dei seni paranasali, molto spesso accompagnata da un processo infettivo.
I seni paranasali sono cavità piene d’aria situate tra le ossa del cranio, sono molto importanti per la respirazione e la regolazione della temperatura interna.
Sinusite e mal di denti molte volte sono l’una la diretta conseguenza dell’altro.
L’aria all’interno della cavità, In un individuo sano, è aria umida ma, a causa di un’infezione virale, batterica, fungina o allergica, perde le sue caratteristiche, si asciuga e i seni possono irritarsi, infiammarsi e causare la sinusite.
La mucosa infiammata aumenta il proprio volume, causando il restringimento degli osti, che sono piccoli fori di comunicazione tra i seni paranasali e le cavità nasali.
Questo dà origine ad un ristagno del muco all’interno dei seni, che diviene un posto ideale per la crescita di batteri che arrivano dalle cavità nasali o dalla cavità orofaringea.
Si giunge così ad una sovrapposizione tra infiammazione (di origine varia, ad esempio allergica) ed infezione.
Tra i classici sintomi della sinusite troviamo dolori facciali più o meno intensi, una fastidiosa sensazione di pressione a carico della faccia, mal di denti, tosse, alitosi intensa e senso di stanchezza, congestione nasale, mal di testa e eventuale gonfiore nella parte inferiore degli occhi.
Molto spesso il cavo orale viene interessato con un mal di denti diffuso, il motivo è che il seno paranasale più voluminoso è proprio il seno mascellare, il quale si trova in prossimità dell’arcata dentaria superiore.

Questa patologia può colpire soltanto persone in cui i seni paranasali siano ben sviluppati; per questo motivo i bambini in età pediatrica, nei quali i seni non si sono ancora formati, non contraggono la malattia. 

Sintomi:

In linea di massima i sintomi della sinusite, che possono presentarsi in zone diverse a seconda di quale seno è interessato, sono due:

  • dolore 
  • senso di pressione al volto

Ci sono poi altri sintomi legati all’infiammazione o all’infezione: 

La sinusite può presentarsi in diverse forme, in funzione della sua durata: 

  • acuta (al massimo 2 o 3 settimane)
  • cronica (periodi più lunghi)
  • ricorrente (più di 3 ricadute durante l’anno).

Cause:

La sinusite si può scatenare in seguito ad un qualsiasi processo infiammatorio delle cavità paranasali.
Un’estate così strana, con picchi di caldo da non respirare e temporali che fanno precipitare le temperature, mette a dura prova la nostra salute, in particolare le prime vie aeree e anche i semplici raffreddori mal curati che diventano cronici e avviano la proliferazione di batteri e quindi la diffusione dell’infezione, sono i responsabili principali.
Chi è colpito dalla sinusite risente in maniera pesante di questi cambiamenti e accusa i sintomi tipici di questo disturbo, come congestione nasale e rinorrea cioè il naso che cola, mal di testa frontale, difficoltà a sentire gli odori e quasi sempre, di conseguenza, anche sapori alterati, starnuti, dolore alle guance.
La presenza batterica è la vera causa che deve essere curata e sconfitta.

Spesso questo è determinato da riniti che possono avere origine:

  • virale
  • batterica,
  • fungina (in caso di immunodeficienza
  • non infettiva (ad esempio rinite allergica). 

Sinusite e mal di denti

Esiste anche il caso opposto, anche la sinusite può essere causata dal mal di denti.
Può accadere infatti che il soggetto avverta un dolore pulsante ai denti e non ci sia nessuna lesione al dente, ma magari il problema è proprio nel dente.
Non sottovalutiamo mai le forme di dolore ai denti di natura batterica, gli ascessi, le infezioni delle gengive, perché possono essere focolai che causano la sinusite diventando poi complicati da bloccare, la sinusite cronica infatti è molto difficile da contrastare anche con i farmaci.

Diagnosi:

La diagnosi per la sinusite si basa su:

  • Esame obiettivo con una visita medica 
  • Un’accurata e completa raccolta delle informazioni (mal di testa, dolori all’occhio) e dei sintomi 
  • Eventualmente una rinoscopia per analizzare lo stato dei seni paranasali per mezzo di un endoscopio a fibre ottiche.  

Cura e trattamenti:

Si possono distinguere due tipi di cure:

  1. Casi gravi: antibiotici, antinfiammatori e cortisone
  2. Casi leggeri: antistaminici, decongestionanti nasali, terapia aerosol con farmaci, spray ad uso topico (cioè che viene applicata nel “luogo” della malattia, quindi al naso). 

Cure naturali per la sinusite

È possibile alleviare e controllare i disturbi della sinusite anche con alcuni rimedi naturali che disinfettando i seni nasali, li liberano dal muco in eccesso e attenuano il dolore frontale e delle guance.

  • Lavaggi nasali con soluzione salina per la sinusite

Prepariamo la soluzione per disinfettare il naso, con la quale andremo poi a fare dei semplici lavaggi nasali.
Per i lavaggi esistono dei contenitori, molto diffusi nella cultura ayurvedica, chiamati “Lota”, che hanno un apposito beccuccio studiato esattamente per questo uso.

Il contenitore sarà riempito per metà di acqua corrente, aggiungiamo circa 1/3 di acqua ossigenata (concentrazione tra il 3% e il 6%), 1/3 di un cucchiaino di sale da cucina, misceliamo e lasciamo riposare.

Laviamo prima una narice e successivamente l’altra aiutandoci reclinando la testa di lato.
Non è una pratica piacevolissima, ma la proprietà dell’acqua ossigenata unita al sale di sfiammare, disinfettare e sciogliere il muco porteranno i risultati desiderati.

Altri risultati possono essere ottenuti inalando dei vapori caldi soprattutto per attenuare i fastidi che porta la sinusite cioè la costipazione dei seni paranasali, il dolore alla fronte, il naso chiuso, l’infiammazione delle mucose.

  • Sciogliamo nell’acqua bollente 3 gocce di olio essenziale di Eucalipto (facilita la respirazione, agisce come mucolitico) e 3 di olio essenziale di Malva (attenua il gonfiore e l’arrossamento dei turbinati).

Prevenzione:

Ecco alcuni consigli per prevenire la sinusite

  • Lavati spesso le mani, in particolare prima dei pasti. 
  • Non utilizzare troppo gli igienizzanti per le mani, perché possono favorire la crescita di microrganismi resistenti agli antibatterici.
  • Non ti toccare il volto quando ti trovi in luoghi pubblici, soprattutto occhi, naso e bocca. 
  • Bevi almeno 8 bicchieri da 250 ml d’acqua ogni giorno. È importante mantenere ben idratate le mucose dei seni nasali. 
  • Durante i mesi invernali i seni nasali si asciugano molto a causa dell’aria secca nei luoghi chiusi; cerca di aumentare il tasso di umidità in casa, magari usando un umidificatore. 
  • Evita di esporti al fumo di sigarette o sigari, alla polvere e anche alla maggior parte dei detergenti chimici. 

Per maggiori info, o per prendere un appuntamento, chiamateci allo 0571 993221 dal lunedì al venerdì.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. SE NON SI ACCETTA, POTRESTI NON VISUALIZZARE CORRETTAMENTE IL SITO WEB [cookie-control] maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi